Il tuo stile

#

Lavare i capelli senza shampoo. Che cosa usare come sostituto?

bellezza.jpg

La natura è entrata nella cura quotidiana della persona. Stiamo lottando per convertire i cosmetici sintetici nelle loro alternative ecologiche e sane. Cosa puoi usare per lavare i capelli al posto dello shampoo? Scopri 8 soluzioni alternative, alcune potrebbero sorprenderti!

Trovare uno shampoo che non abbia sostanze detergenti e/o irritanti è un compito difficile, soprattutto se dobbiamo abbinarlo alle condizioni ed alla tipologia di capelli che abbiamo. Lo shampoo riempito con ingredienti aggiuntivi non è detto che agisca meglio. Spesso, più ingredienti sono presenti, peggio sarà per i capelli che diventeranno appesantiti e secchi. Devi ricordare che il cuoio capelluto è sensibile, quindi dovresti testare diverse alternative per trovare un metodo per lavare i capelli che non lo irriti.

COSA USARE PER LAVARE I CAPELLI AL POSTO DELLO SHAMPOO?

• Acqua pura

puoi lavare i capelli con sola acqua. All’inizio sarà difficile perché l’acqua non crea schiuma e potremmo avere la sensazione che i capelli non vengano lavati a dovere. Tuttavia, l’acqua può liberarsi di tutte le sostanze idrosolubili. Non ha proprietà sgrassanti come lo shampoo, quindi potrebbe dare la sensazione di aver lavato male i capelli o d’avere i capelli unti. Il lavaggio dei capelli adeguato (accurato e non aggressivo) e fatto con sola acqua non lava via l’eccesso di sebo dalla pelle, ma lo diffonde a tutta la lunghezza dei capelli. Grazie a questo, i capelli alla base sono più freschi e lungo tutta la lunghezza saranno protetti in modo naturale contro la disidratazione.

• Sapone e aceto

Un altro valido sostituto allo shampoo è il sapone, ma sfortunatamente non tutti. Solo i saponi al potassio dovrebbero essere usati per lavare i capelli. Il dato complesso è che la maggior parte dei saponi disponibili nei negozi sono al sodio, e questi non sono adatti ai capelli. Se riesci a comprare un sapone al potassio, fai un po’ di schiuma con esso nelle tue mani, applicala alla base dei capelli, massaggia a fondo il cuoio capelluto, quindi risciacqua. Tuttavia, ricorda di terminare questo lavaggio risciacquando con aceto di sidro – il sapone ha un pH non idoneo, che dev’essere modificato per chiudere le cuticole dei capelli.

• Bicarbonato di sodio e aceto

Lavare i capelli col bicarbonato di sodio è diventato recentemente molto popolare. Questa alternativa, che non può fare a meno di un risciacquo con aceto di sidro (il bicarbonato di sodio ha un pH fortemente alcalino non adatto ai capelli), ha grandi proprietà: assorbe il sebo in eccesso, ha proprietà antibatteriche e aiuta a liberarsi della maggior parte dello sporco dai capelli (anche quello difficile da rimuovere). Esistono due opzioni tra cui scegliere per lavare i capelli col bicarbonato: un risciacquo dei capelli a base di acqua oppure una pasta densa (2 cucchiaini di bicarbonato di sodio con 2 cucchiai d’acqua o un cucchiaio di balsamo).

• Tuorlo d’uovo

Non molte persone sannoi che si possono lavare i capelli col solo tuorlo d’uovo. L’unico argomento contro questo metodo può essere l’odore non molto piacevole di uovo crudo e il rischio di applicare troppe proteine ai capelli. Il tuorlo d’uovo è ricco di proteine, il cui eccesso può causare un effetto crespo incontrollato sui capelli sani. Tuttavia, se abbiamo i capelli secchi o normali, prova questo metodo. Come si lvano i capelli col tuorlo d’uovo? Monta a neve 2-3 tuorli, applicali alle radici dei capelli e massaggia il cuoio capelluto, come se lo stessi lavando con uno shampoo. Questo shampoo naturale per capelli può essere arricchito con succo di limone, che alleggerirà i capelli e darà all’uovo un profumo più gradevole.

• Prodotti per l’igiene intima

Qualche tempo fa, la blogosfera si è esaltata quando una ragazza ha dichiarato di lavare i capelli con un prodotto per l’igiene intima. Anche se sembra poco ragionevole, il fatto è che è un prodotto per la pulizia personale tra i più delicati che possiamo comprare, in quanto è destinato alla cura delle parti sensibili del corpo, quindi non danneggerà sicuramente i capelli o il cuoio capelluto. Questo prodotto ha il pH giusto e contiene detergenti molto delicati che puliscono efficacemente i capelli senza disturbare la barriera protettiva naturale sotto forma di strato di sebo.

• Balsamo per capelli

Uno dei metodi per lavare i capelli raccomandato dagli hair stylist è usare il balsamo. È un’ottima soluzione se hai capelli secchi e danneggiati o naturalmente ricci. Lo shampoo potrebbe seccarli e renderli opachi mentre un balsamo darà ai capelli preziose sostanze nutritive. Non è così efficace nel purificare il cuoio capelluto dal sebo in eccesso, ma è più delicato. Il miglior balsamo per lavare i capelli è quello senza siliconi e paraffina, ma con una formula leggera e una composizione naturale. È necessario usarne molto più rispetto allo shampoo.

• Argilla e aceto

Esiste un tipo d’argilla che può essere usata anche per sostituire lo shampoo per capelli. È l’argilla Ghassoul marocchina. Viene scelta spesso per curare la pelle grassa, acneica o impura, ma è adatta anche per lavare i capelli, grazie al fatto che sgrassa, regola la secrezione di sebo e purifica il cuoio capelluto dalle tossine. Puoi preparare una pasta per lavare i capelli a base di argilla Ghassoul – basta mescolarla con acqua. Massaggiala poi sul cuoio capelluto e lasciala agire per alcuni minuti. Quindi, lavala via dai capelli con acqua tiepida e termina il tutto con un risciacquo eseguito con aceto di sidro per bilanciare il pH del cuoio capelluto.

• Gusci Washnut

I gusci secchi delle noci dell’albero indiano Sapindus Mukorossi sono chiamati washnut. Vengono usati come polvere da bucato ecologica e sostitutivi di tutti i prodotti chimici domestici. Possono, però, essere usati con successo anche nella cura dei capelli, ad esempio per lavarli. Le washnut contengono saponina, una sostanza naturale che crea una schiuma come quella del sapone se a contatto con l’acqua e deterge efficacemente. Basta creare un infuso di noci per lavare i capelli. Mettine otto in acqua bollente e cuocili per 5 minuti. Raffredda il tutto, quindi versalo sui capelli umidi e sul cuoio capelluto, massaggia delicatamente e risciacqua. L’infuso non ha un buon profumo, ma non preoccuparti perché non rimarrà sui capelli. Usa con coraggio i washnut come sostituto naturale dello shampoo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *